Nuovi Articoli

Le emozioni: differenze di genere

Le emozioni: differenze di genere

Le femmine chiedono maggiormente aiuto di fronte a qualcosa che le spaventa, mentre i maschi assumono un atteggiamento di chiusura, quindi, le femmine sono più propense ad avere fiducia nell’altro rispetto ai maschi. Nello studio di Del Giudice (2012) gli uomini si definiscono meno fiduciosi rispetto alle donne.

Psicologa Padova - Francesca GalvaniLe emozioni: differenze di genere
Leggi Tutto

5 strategie per gestire il Public Speaking

5 strategie per gestire il Public Speaking

Il parlare il pubblico è un’azione richiesta in molte professioni: il venditore, il formatore, l’insegnante, il politico, ma anche lo scienziato che si trovi a dover esporre le sue nuove scoperte ad un convegno. E’ un’azione richiesta anche nella vita comune, nell’ambito di hobby e interessi, o essere invitati ad una conferenza come testimoni di eventi importanti. Ormai a tutti può capitare di essere intervistati o di parlare di fronte ad un pubblico più o meno ristretto. Parlare in pubblico sembra una cosa semplice ma ci sono diversi problemi da affrontare.

Psicologa Padova - Francesca Galvani5 strategie per gestire il Public Speaking
Leggi Tutto

Anorgasmia: 5 possibili cause

Anorgasmia: 5 possibili cause

L’orgasmo è una piacevole risposta fisiologica e psicologica a uno stimolo sessuale, associato a complesse variazioni neuroendocrine, somatiche e neurovegetative. L’anorgasmia è definita come una persistente difficoltà a raggiungere l’orgasmo, nonostante un adeguato stimolo ed eccitamento, che diventano fonte di stress.

Psicologa Padova - Francesca GalvaniAnorgasmia: 5 possibili cause
Leggi Tutto

Come liberarsi dal bruxismo?

Come liberarsi dal bruxismo?

ll bruxismo è classificato come un disturbo del sonno in quanto si manifesta durante le fasi di sonno non-REM, ma può verificarsi anche durante il giorno in casi molto gravi. Spesso è associato ad altri sintomi come apnee notturne, russamento, clonie muscolari durante il sonno e sonno non ristoratore.
E’ caratterizzato dal digrignare i denti, serrarli o stringerli in modo involontario e non finalizzato ad uno scopo preciso. Trattandosi di movimenti ritmici, stereotipati e continui, a lungo andare i denti possono subire gravi lesioni, possono divenire appiattiti, essere più sensibili al caldo e al freddo. A volte il digrignare è così intenso da essere udito anche da terzi.

Psicologa Padova - Francesca GalvaniCome liberarsi dal bruxismo?
Leggi Tutto

Gli effetti dello stress sulla crescita e sullo sviluppo

Gli effetti dello stress sulla crescita e sullo sviluppo

E’ proprio vero che la crescita avviene grazie al consumo di cibo: il cervello diventa più grande, le cellule si dividono e crescono, le ossa lunghe si allungano, la laringe si ispessisce, ecc. Buona parte del compito degli ormoni è di mobilitare l’energia e i materiali necessari a questo processo: signore di tutto ciò è l’ormone della crescita, mentre gli ormoni riproduttivi entrano in gioco durante la pubertà. Ma in che modo lo stress sovverte lo sviluppo? Innanzitutto questo non riguarda solo i danni alla crescita scheletrica, ma anche il modo in cui lo stress nell’infanzia può alterare la vulnerabilità alle malattie durante tutto il corso della vita.

Psicologa Padova - Francesca GalvaniGli effetti dello stress sulla crescita e sullo sviluppo
Leggi Tutto

Etica e manipolazione del DNA: perché esistono le malattie genetiche?

Etica e manipolazione del DNA: perché esistono le malattie genetiche?

La gran parte delle malattie genetiche gravi è rara e colpisce meno di una persona su diecimila. Si tratta di malattie che sono il risultato dell’azione di geni recessivi che causano danni solo nei pochi sfortunati che ne ricevono due copie, anche se le possibilità che questo si verifichi aumentano se sposiamo un parente; per questo esiste il tabù dell’incesto e dei matrimoni tra i parenti, in quanto questo causerebbe una maggiore possibilità di generare bambini anormali. Per la selezione naturale non è facile eliminare un gene deleterio recessivo, nonostante le apparenze.

Psicologa Padova - Francesca GalvaniEtica e manipolazione del DNA: perché esistono le malattie genetiche?
Leggi Tutto

6 Strategie per superare l’ansia sociale

6 Strategie per superare l’ansia sociale

Soffrire di ansia sociale è come camminare in punta di piedi lungo il bordo di una ripida scogliera. Il gesto più piccolo che chiunque ti può rivolgere può condurti in pensieri autolesionisti che ti fanno cadere di nuovo nelle profondità infinite del tuo abisso interiore.
L’ansia sociale è caratterizzata da intensi sentimenti di timidezza, goffaggine e insicurezza; fobia di parlare con gli altri, paura di essere giudicati e perseguitati anche quando non si interagisce con le persone. Nei casi più gravi i pensieri sono paranoici, si prova claustrofobia quando si cammina nei centri commerciali e quando si è seduti nei treni. Il cuore batte all’impazzata, i muscoli sono tesi, gli occhi sbarrati.

Psicologa Padova - Francesca Galvani6 Strategie per superare l’ansia sociale
Leggi Tutto

La rimuginazione: cos’è e come la si riconosce

La rimuginazione: cos’è e come la si riconosce

Rimuginare è comune tra gli ansiosi e i perfezionisti. E’ la forma tipica di pensiero del disturbo ossessivo-compulsivo, ma anche senza scaturire in questo disturbo, la rimuginazione può arrivare a farci cambiare delle abitudini.

Psicologa Padova - Francesca GalvaniLa rimuginazione: cos’è e come la si riconosce
Leggi Tutto

Terza età e sessualità

Terza età e sessualità

Nella società occidentale si tende a trascurare la sessualità dell’anziano come se avesse una scarsa importanza, probabilmente a causa di una tendenza culturale orientata principalmente verso il profitto. Ma la sessualità è presente anche nella terza età: anche se si assiste ad una diminuzione della frequenza dei rapporti, il desiderio e l’interesse sessuale rimangono vivi.

Psicologa Padova - Francesca GalvaniTerza età e sessualità
Leggi Tutto

Tecniche di gioco e drammatizzazione nella formazione e nello sviluppo delle organizzazioni

Tecniche di gioco e drammatizzazione nella formazione e nello sviluppo delle organizzazioni

Peter Slade, autore del libro “Child Drama”(1954), scritto in seguito ad un’osservazione diretta del gioco drammatico infantile, afferma che non è possibile distinguere una dimensione fantastica da una dimensione reale nel gioco, ma che esse si fondono insieme. Esistono però due diverse modalità in cui questo si può manifestare: il Personal Play in cui il mezzo utilizzato è il corpo del bambino stesso, e il Projected Play in cui il medium è costituito da un oggetto. Il far finta di, come forma di gioco, permette di esercitare ordine e creatività di fronte alle esperienze del bambino ed è quindi di fondamentale importanza nello sviluppo evolutivo. Grainger definisce il “come se” “una forma di realtà speciale e protetta in cui è possibile sperimentare”.

Psicologa Padova - Francesca GalvaniTecniche di gioco e drammatizzazione nella formazione e nello sviluppo delle organizzazioni
Leggi Tutto